Lascia il carcere dopo quasi 8 anni, Mario Giugliano, 35enne di Palma Campania, braccio destro del boss Biagio Cava, attivo ed egemone a Quindici e tra l’Irpinia e l’Agro-Nolano. Giugliano venne arrestato a maggio del 2008 in un blitz che portò a 49 provvedimenti cautelari in un’operazione denominata “Tempesta” e che ridusse all’osso la cosca, comunque sopravvissuta anche dopo il blitz delle forze dell’ordine.

Mario Giugliano è stato frattanto condannato in via definitiva alla condanna di 10 anni e mezzo di reclusione, ma i suoi legali sono riusciti ad ottenere sconti di pena anche usufruendo dell’indulto. Nell’ultimo periodo della detenzione, così come riportato dal quotidiano irpino Otto Pagine, il 35enne si trovava nel carcere di Livorno. L’uomo viene ritenuto tra i luogotenenti di maggior fiducia del boss Biagio Cava.

blitz camorra