«Ho sentito delle voci che mi dicevano di lanciare mio figlio dal balcone, ed io l’ho fatto». Questa la confessione choc della mamma di Ottaviano che nei giorni scorsi ha lanciato il figlioletto di appena un anno da un balcone al primo piano di via Cazzulli. La donna è stata interrogata dagli investigatori all’ospedale Maresca di Torre Del Greco dove si trova tuttora ricoverata in regime di trattamento sanitario obbligatorio per disturbi psichici.

Poche frasi ma che gelano il sangue, quelle della 39enne, che già in passato aveva fatto assumere degli psicofarmaci alla figlia primogenita, e che poi aveva maltrattato i figli del secondo ed attuale marito. Il piccolo si trova tuttora all’ospedale Santobono di Napoli, dove viene tenuto sotto osservazione anche se ormai è fuori pericolo. Per lui è scattata la gara di solidarietà anche da parte di medici ed infermieri ed ieri ha ricevuto la visita del sindaco di Ottaviano, Luca Capasso.

carabinieri ambulanza