Aveva massacrato di botte, riducendolo quasi in fin di vita, in cittadino romeno reo secondo l’assalitore di avere perpetrato un furto in abitazione che tuttavia l’uomo non aveva affatto commesso. È tornato in libertà, intanto, il 23enne di via Marra, Giuseppe Alfano, accusato di essere uno degli assalitori della vittima.

Il giovane residente nella contrada tra Boscoreale e Poggiomarino era stato arrestato lo scorso 28 febbraio, ed è stato scarcerato soltanto nei giorni scorso dopo oltre 10 mesi di detenzione. A dare la notizia è il quotidiano Roma. Il giovane faceva parte di una banda, che ora attende l’esito del processo per le lesioni gravissime inferte al malcapitato incensurato.

Il 33enne di Poggiomarino, Alessandro Avino, ha invece chiesto il rito abbreviato ed è stato condannato, sempre come riportato dal Roma, a 5 anni di detenzione. Il romeno, una volta picchiato ferocemente, venne anche derubato dei suoi effetti personali.