Lanciò il figlio dal balcone: la donna è in carcere, il piccolo affidato a una casa famiglia


244

Il piccolo di un anno ha lasciato l’ospedale Santobono: sta bene ed è stato affidato ad una casa famiglia che lo sosterrà durante il periodo della degenza. Cure psichiche terminate anche per la madre che adesso si trova nel carcere femminile di Pozzuoli con l’accusa di tentato omicidio ai danni del figlio. È questo l’epilogo momentaneo dei terribili fatti avvenuti la scorsa settimana ad Ottaviano.



Per fortuna il bambino ha risposto bene alle terapie mediche e dopo due giorni in terapia intensiva si è ripreso presto: il giudice ha deciso di affidarlo ad una casa famiglia e non al padre, poiché quest’ultimo avrebbe riferito ai medici che il piccolo era caduto dalla culla. Invece, come è noto, fu la madre a lanciarlo dal balcone al primo piano di un’abitazione in via Cazzelli.

La donna, dopo il tso, è stata condotta in cella: la 39enne di Ottaviano aveva raccontato di avere sentito delle voci che le dicevano di buttare di sotto il figlioletto. Si tratta di una paziente che già in passato ha manifestato diversi disturbi di carattere psicologico e pare che 15 anni fa avrebbe tentato di avvelenare la primogenita che oggi vive con i nonni.

ambulanza

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE