Home Notizie La mamma di Teresa: «Giosuè Ruotolo mi fece subito una brutta impressione»

La mamma di Teresa: «Giosuè Ruotolo mi fece subito una brutta impressione»

«Ricordo benissimo quel momento. Ero fuori dall’albergo, a Pordenone, ed era assieme ad altre due persone. Gli altri due mi hanno fatto le condoglianze e al momento in cui è toccato a lui i nostri sguardi si sono incrociati e sono rimasti fissi per qualche istante. Non so per quale motivo, ma in quegli istanti ha preso forma un pensiero nella mia mente: “questa persona non mi piace”. Un’impressione sgradevole e strana, inspiegabile. Al punto che poco dopo ho pensato: “Forse il dolore per quello che è successo mi sta facendo diventare matta”. Il suo volto era l’unico che mi fosse rimasto davvero impresso. Infatti, l’ho riconosciuto subito quando è uscita la notizia che era indagato». Sono le parole di Carmelina, la mamma di Teresa Costanza, che ha parlato con il Messaggero Veneto.

Insomma, alla donna Giosuè Ruotolo ha fatto subito una brutta impressione, naturalmente tutto è probabilmente dettato dal dolore per la perdita della figlia e del genero, Trifone Ragone. La mamma di Teresa inoltre afferma: «Ormai sono passati dieci mesi dalla sera in cui nostra figlia e Trifone furono uccisi ma secondo noi ci sono alcuni militari che ancora non hanno detto tutta la verità, che non hanno detto tutto – spiega – Anche per rispetto della divisa che indossano li invitiamo a farlo, se ritengono di essere a conoscenza di elementi utili agli inquirenti. Temiamo che ci sia chi ancora nasconde qualcosa. Fin dal giorno in cui eravamo in obitorio e in tanti ci venivano a porgere le condoglianze non riuscivo a capire se tutte quelle manifestazioni di cordoglio fossero davvero genuine. Così come certi abbracci la sera della fiaccolata».

 

Posting....
Exit mobile version