Le pagine dei sindaci vesuviani sono ricche di auguri alla popolazione per il nuovo anno, ma anche di brindisi per il Capodanno ormai passato da un giorno. Insomma, le feste continuano a monopolizzare i social network dei politici vesuviani e c’è chi preferisce postare le immagini con gli amici di sempre, mentre altri “pubblicizzano” quelle con i politici che contano.

Foto tra Giunta ed affetti, in tal senso, per la fascia tricolore di Poggiomarino, Leo Annunziata, che su Facebook è immortalato insieme agli assessori Gerardo Aliberti, Mariangela Nappo e Alfonso Troiano: con loro anche alcuni amici, il consigliere Francesco Buono e la neosposa del sindaco, Rosa Salvati. Non mancano i bicchieri di spumante ed il vischio.

A Sant’Anastasia a stappare la bottiglia è il consigliere comunale di maggioranza, Alfonso Di Fraia, mentre sullo sfondo il primo cittadino, Lello Abete, attende il botto del tappo: tuttavia poco dopo lo stesso consigliere, probabilmente alle prese con avversari politici, si lascia andare ad un duro sfogo: «Natale è passato, ma la vostra invidia, cattiveria e falsità è rimasta la stessa. Manco il Santo Natale vi fa effetto, facce verdi!». Chi saranno i destinatari “dell’offesa di colore”? Un cambio di tonalità rispetto alla “faccia gialla” che a Napoli viene attribuita dagli anziani a San Gennaro quando ritarda il noto miracolo.

Brindisi molto semplice, invece, per il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, che scende in piazza per una manifestazione ufficiale. Mentre il sindaco di Striano, Aristide Rendina, sceglie il brindisi con gli amici politici che contano come il deputato Massimiliano Manfredi ed il capogruppo del Pd in consiglio regionale, Mario Casillo.

Auguri ai cittadini attraverso social da parte del primo cittadino di Terzigno, Francesco Ranieri, che scrive: «Sono stati sei mesi di duro lavoro i quali ci hanno visto profondere il massimo impegno tra una moltitudine di problematiche. Siamo straconvinti che il 2016 sarà un anno importante per Terzigno, ossia quello del cambiamento da tutti auspicato. A tutti voi auguro che possa essere foriero di salute e di serenità».

Niente spumante, infine, per la fascia tricolore di Somma Vesuviana, Pasquale Piccolo, che preferisce invece una sortita in farmacia: «È da un po’ di tempo che mi capita spesso di leggere di cittadini che chiedono di sapere quale è la “farmacia di turno” – scrive – vorrei comunicare che da diversi mesi in piazza Vittorio Emanuele III, alla parete esterna del Comune, è stato installato, a cura dell’Amministrazione Comunale, un display luminoso aggiornato tutte le mattine, dal quale si può evincere chiaramente la farmacia di turno. Inoltre, da pochi giorni, anche la farmacia comunale di Via Mercato Vecchio si è dotata di tale mezzo».

brindisi