Condannati in via definitiva tre uomini di Terzigno, padre e due figli, accusati di coltivazione di marijuana all’interno della proprietà di famiglia. La sentenza ha emesso una pena di due anni e 4mila euro di multa per Aniello Miranda, 70enne. Per i figli Antonio e Salvatore Miranda, rispettivamente di 50 e 41 anni, la cassazione ha confermato il pronunciamento dell’Appello a un anno e 4 mesi a testa più tre euro di multa.

A riportare l’esito del processo è il quotidiano Metropolis, che ripercorre la vicenda in cui i tre vennero arrestati a Terzigno: il padre ed i due figli, infatti, erano stati ritenuti responsabili di coltivazione di marijuana e furono trovati in possesso di 60 piante dal peso di 20 chili ognuna. Insomma, qualcosa come una tonnellata e due quintali.

SERRA CANNABIS