È di 52 feriti il bilancio dei botti della notte di Capodanno in Campania. Una cifra in sensibile calo rispetto allo scorso anno quando gli accessi in ospedale furono 71: 4 i minori feriti. Sono due le persone in condizioni gravi. Un uomo è rimasto ferito dall’esplosione di un fuoco pirotecnico ad un occhio e ad una gamba. Trasportato all’ospedale di Giugliano, l’uomo è stato successivamente trasferito al Cardarelli di Napoli, dove è ricoverato in prognosi riservata.

Un 23enne di Fisciano è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Ruggi d’Aragona inseguito allo spappolamento della mano sinistra. Nel dettaglio 31 sono stati i feriti nel Napoletano (furono 51 nel 2014), 4 in provincia di Caserta (9 nel 2014) , ai quali vano aggiunti due feriti di Sant’Antimo, trasferiti nell’ospedale di Caserta, 17 nel Salernitano (13 lo scorso anno), unica provincia dove si è avuto un aumento dei feriti.

Nessun ferito nelle province di Avellino e Benevento. A Battipaglia un petardo ha provocato l’esplosione di alcun bombole di gas in un appartamento disabitato al terzo piano di una palazzina in via Leoncavallo. Non vi sono stati feriti, ma i Vigili del Fuoco hanno dovuto sgomberare 4 famiglie. Incendio anche a Napoli, nel quartiere di Fuorigrotta.

botti feriti