La Juve Poggiomarino si ritira dal campionato Promozione e quindi dalla scena calcistica fino a nuove decisioni o fino ad un’eventuale acquisizione da parte di un imprenditore. Intanto, il Comitato Regionale Campano ha ufficializzato l’annullamento della gara tra Juve Pro Poggiomarino e Real Maceratese per il ritiro della squadra di casa. Dopo tante spiacevoli vicende, la notizia già circolava nell’aria da diverso tempo e che è stata comunicata giovedì sera. Sin dalla pubblicazione del comunicato, però è conseguito un mare di polemiche da parte di tante società perché da regolamento la squadra che si ritira durante il girone di ritorno subisce la sconfitta a tavolino per ogni gara con il punteggio di 0-3.

Se invece il ritiro fosse stato anticipato al girone d’andata, tutte le partite precedenti sarebbero state annullate. Fino ad ora la Juve Pro Poggiomarino aveva dato forfait in tre gare (Maddalonese, Rinascita U.S. Vico e Vis Capua), ricevendo tre punti di penalizzazione. Con la rinuncia del prossimo week-end avrebbe raccolto la quarta ed ultima rinuncia, andando così incontro al ritiro. Ora tutte le squadre che hanno perso contro la Juve Poggiomarino sono in rivolta, perché non gli saranno restituiti i punti in classifica.

La società napoletana ha ottenuto quattro vittorie e quattro pareggi. Le vittorie sono state conseguite contro Real Maceratese, Sangennarese, Cicciano e Comprensorio Atellano mentre i pareggi contro San Vitaliano, Nola, Vitulazio e Santa Maria La Fossa. Squadre che hanno perso tre o due punti che, nei discorsi per la promozione, play-off e play-out, possono fare la differenza.

Otto giornate in cui i ragazzi allenati allora da Giovanni Masecchia erano posizionati nei primissimi posti della classifica, prima del terremoto dello scorso sette novembre, quando la squadra non si presentò nella sfida interna contro la Maddalonese. Ora il ritiro che tra l’altro sembra cancellare oltre un decennio di storia della compagine poggiomarinese che a lungo aveva tenuto attaccati allo Stadio Europa tifosi e semplici cittadini.

juve poggio