Si nascondeva a Pompei, Aldo Agretti, 44enne ritenuto armiere del clan Gionta di Torre Annunziata e latitante da dieci mesi. Ad arrestarlo la polizia del commissariato della città mariana. L’uomo deve scontare una condanna di 9 anni e 4 mesi in via definitiva.

Secondo gli investigatori, Agretti sarebbe stato l’unico in grado al momento di fare ripartire la cosca dei “Valentini” decimata dagli arresti ma ancora egemone in tutta l’area. La pena inflitta al 44enne è per associazione camorristica finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

polizia agretti