Poggiomarino, Giudice di Pace accoglie ricorso contro le strisce blu: multe illegittime


582

Un automobilista vince il ricorso presentato al Giudice di Pace di Torre Annunziata, che ha dichiarato illegittimo il verbale elevatogli dagli addetti alla sosta di Poggiomarino . «Il Comune che gestisce aree di sosta a pagamento deve riservarne altre a titolo gratuito»: forte di questo principio, sancito dal Codice della strada, il giudice di pace di Torre Annunziata, accogliendo il ricorso di un automobilista poggiomarinese, ha annullato il verbale per il mancato pagamento della sosta.
Il giudice ha riconosciuto infatti che taluni degli atti adottati dall’amministrazione comunale in relazione ai parcheggi sono illegittimi e che, di conseguenza, lo sono anche i verbali. In particolare, secondo l’Autorità Giudiziaria, il «verbale di accertamento o contravvenzione si palesa illegittimo sia per violazione di legge, in quanto deroga alla disciplina normativa generale, sia per eccesso di potere, laddove lo stesso si pone in contrasto con il fine di interesse pubblico intrinseco ad ogni atto emanato dalla pubblica amministrazione».
Inoltre, l’illegittimità del verbale impugnato discende anche dalla mancata adozione, da parte del Sindaco, di un’ordinanza che regolamenti e disciplini la sosta a pagamento. Per gli avvocati Dario Annunziata e Gabriele Miranda, i legali del ricorrente, «questa sentenza è la prima breccia nell’impianto giuridico e amministrativo su cui si regge la sosta a pagamento a Poggiomarino. Una vittoria dei cittadini contro gli abusi perpetrati da chi esercita i pubblici poteri».
Chiariscono gli avvocati che la sentenza non cancella le strisce blu, perché il giudice di pace non ha il potere per farlo. Pertanto, il “grattino” va ancora pagato, anche se da oggi sarà più facile per gli automobilisti vedersi accogliere un ricorso contro il verbale che gli contesti il mancato pagamento  a Poggiomarino . È  ancora presto per dire se assisteremo a quello che è avvenuto in alcuni paesi vicini, dove la sosta a pagamento è stata demolita da grandinate di ricorsi presentati dai cittadini, con costi insostenibili per le casse dei comuni, che si sono visti costretti a sospendere il servizio.



strisce blu

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE