«A seguito della decisione, maturata da parte della direzione di Mibex srl, di procedere al massiccio esubero di personale dipendente, precisamente di 66 unità lavorative su 106, le nostre amministrazioni esprimono il loro totale dissenso». I sindaci di Somma Vesuviana e San’Anastasia, Pasquale Piccolo e Lello Abete, sono contrari alla scelta dei vertici dell’azienda di licenziare in un momento economico particolarmente critico.

La Mibex srl, del gruppo Massucco Industrie Torino, è una realtà industriale che si occupa della produzione di cuscinetti volventi per il settore ferroviario, come indotto della tedesca Ina – Schafeffler, sita nello stabilimento della ex Fag Cuscinetti di Somma Vesuviana. Molti lavoratori provengono da Somma Vesuviana e Sant’Anastasia, il loro licenziamento ricade inevitabilmente sulle famiglie, contribuendo a rendere incerto il futuro di numerose persone. Da qui la preoccupazione di Piccolo e Abete, estesa ai dipendenti lesi non residenti nelle due città, tanto da allertare l’assessorato al Lavoro della Regione Campania e la prefettura di Napoli.

«È nostra intenzione tutelare i posti di lavoro ed invitare la direzione e l’amministrazione di Mibex srl a trovare una soluzione alternativa e ad istituire nel più breve tempo possibile un tavolo di confronto tra lavoratori, componenti sindacali territoriali ed i verti aziendali», insistono i sindaci. Si rivolgono a Roberto Massucco, direttore generale ed amministratore delegato, invitandolo a prendere parte ai tavoli istituzionali.

Somma-Vesuviana-Comune_intera