La nuova chiesa di Madonna dell’Arco sarà la location esclusiva per il concerto di Capodanno 2016 che vedrà insieme i giovani talenti della Pmc Music con un ospite d’eccezione, Andrea Sannino, che ha appena lanciato il suo ultimo album, “Uanema”.

L’evento, ad ingresso gratuito (primo gennaio alle 20) e organizzato dal Comune di Sant’Anastasia con la collaborazione del Santuario di Madonna dell’Arco e la direzione artistica della Pmc Music Recording Studio, sarà presentato da Francesco Mastandrea, speaker di Radio Marte. Le voci di Silvia Valeria Ciccarelli, Cinzia Esposito e Ciro Corcione saranno accompagnate dal Pmc Chorus: Alessia Sdino, Annabella Iannaccone, Giorgio Franco, Sabrina Palumbo, Amanda Vollero, Lucrezia Annunziata, Paola De Crescenzo, Sara Coppola, Sara Cerrone, Rita Romano, Martina Barone, Sarah Petrazzuolo, Chiara Cuffari, Imma Sapio e Orsola Schiavone.

Andrea Sannino presenterà tre pezzi dal suo nuovo album con il supporto della band Pmc e quello del suo produttore e arrangiatore Mauro Spenillo (fondatore con Antonio De Carmine del duo “Principe e Socio M”) che omaggerà Pino Daniele con dei classici napoletani. La direzione musicale sarà del maestro Diego Perris (piano). Con lui ci saranno i musicisti Sasà Piedepalumbo (fisarmonica), Nico Cajafa (sax), Lello Somma (basso), Salvatore Iannuzzi (drum).

La collaborazione tra l’amministrazione comunale, il Santuario Di Madonna dell’Arco che ha oggi come Rettore padre Alessio Romano cultore della musica e del bel canto, a sua volta tenore, e la scuola di musica Pmc darà vita ad un evento di aggregazione «corale» e con un ventaglio di brani che abbracciano vari generi, dalle melodie napoletane di Andrea Sannino e Silvia Valeria Ciccarelli (Io ce credo), al medley ispirato a Frank Sinatra di Ciro Corcione, al mix inglese di Cinzia Esposito che passerà da Hallelujah a “Natural Woman” di Aretha Franklin.

«Il concerto di Capodanno è un’occasione importante – dice il sindaco di Sant’Anastasia, Lello Abete – e sarà anche il momento giusto per augurare a tutta la comunità un futuro migliore, quest’anno lo faremo in un luogo, la chiesa di Madonna dell’Arco, caro a tutti noi».

«Gli eventi, se di qualità e ben organizzati come lo sarà il nostro concerto di Capodanno, sono fondamentali per creare momenti di aggregazione – dice l’assessore agli eventi e spettacolo, Cettina Giliberti – iniziative che le amministrazioni dovrebbero sempre promuovere e accompagnare, nonostante le difficoltà che spesso portano ad operare tagli».

locandina concerto capodanno