Poggiomarino-Terzigno: il viaggio di UnoMattina tra i rifiuti tossici e gli scarti cinesi


384

Intere campagne devastate dai rifiuti speciali e dagli scarti tessili di produzione cinese: UnoMattina ha dedicato 15 minuti alla Terra dei Fuochi vesuviana, agli sversamenti illegali ed alla pesante incidenza degli orientali su una situazione ambientale già delicata. Immagini da quarto mondo, con l’immondizia ad un passo dai noccioleti e dalle viti, i prodotti tipici e di eccellenza delle città di Poggiomarino e di Terzigno.



Un viaggio in cui le telecamere di RaiUno sono state accompagnate dal direttore de Il Fatto Vesuviano, Mariano Rotondo, e dal giornalista ed attivista, Francesco Servino. Spazio ai sindaci, quello di Poggiomarino, Leo Annunziata, ha spiegato: «Si tratta di un problema che conosciamo e contro cui stiamo provando a combattere. Abbiamo già fatto degli interventi e continueremo a farne. Entro il termine della scadenza del mio mandato metteremo in atto un provvedimento importante per la riqualificazione di quelle aree».

Il primo cittadino di Terzigno, Francesco Ranieri, ha invece riferito: «Sono arrivato da poco ma ho immediatamente cercato di affrontare la questione. È chiaro che c’è bisogno di un lavoro molto duro e ci stiamo attivando con tutti gli strumenti utili al caso». Spazio anche alle forze dell’ordine con il maggiore Leonardo Acquaro che ha parlato dei tanti blitz compiuti dai carabinieri contro gli opifici abusivi cinesi: «Abbiamo trovato scenari oltre ogni limite della sopportazione umana».

E ancora le interviste al comitato civico La Voce del Fornillo, contrada a metà proprio tra Poggiomarino e Terzigno e dove è ospitata la vasca dei veleni: «Vengono qui a gettare spazzatura e poi a bruciarla, e noi viviamo proprio a due passi. Se proviamo a fermarli o ad avvisare le forze dell’ordine rischiamo anche di essere aggrediti».

unomattina

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE