Poggiomarino avrà il suo Giubileo: apertura simbolica del portone di Boccapianola per le periferie


635

La città vesuviana avrà il suo anno della Misericordia e la sua “porta” da aprire simbolicamente per il Giubileo: una decisione assunta con coraggio dal parroco di Sant’Antonio da Padova, don Aldo D’Andria, che ha fatto sua l’indicazione di Papa Francesco, che nell’enciclica “Laudato Si” ha chiesto di seguire gli ultimi. E per il sacerdote “gli ultimi” di Poggiomarino sono gli abitanti delle periferie, che per forza di cose restano indietro nelle scelte della politica e di chi investe.



Insomma, una presa d’atto da parte di don D’Andria che per domenica ha promosso una grande manifestazione di solidarietà di carattere religioso e civile. L’appuntamento è alle 19,30 in piazza Pizzo Lampione nella frazione di Flocco, dove fedeli e cittadini, insieme al parroco, accenderanno centinaia di fiaccole nel freddo e nel buio per poi raggiungere a piedi lo storico portone di località Boccapianola, uno dei simboli della città vesuviana e che si trova però in estrema periferia a Sud della città. Qui sarà aperto simbolicamente l’anno giubilare poggiomarinese, con momenti di preghiera e testimonianze che arrivano direttamente dalla fasce sociali più deboli.

Una manifestazione a cui prenderanno parte probabilmente anche i politici del territorio, con il sindaco Leo Annunziata in testa e che frattanto ha programmato alcuni interventi proprio per i quartieri più lontani del centro. In massa, inoltre, è prevista proprio la presenza “degli ultimi”: gli abitanti di Flocco e Fornillo, terra dei veleni e dei rifiuti, della zona della stessa Boccapianola in cui insistono gli sversamenti incontrollati e la prostituzione. Ma periferia è anche il margine di via Turati, zona da incidenti mortali e da allagamenti, così come via Nuova San Marzano ed il limite del quartiere Pianillo al confine con San Giuseppe Vesuviano.

Insomma, una manifestazione che sarà viva di domenica sera, quella subito precedente il Natale e con cui si conta di smuovere le coscienze per chi vive pienamente i problemi del territorio e subisce ogni tipo di abuso che mette in difficoltà non solo i residenti, ma che le stesse istituzioni e le forze dell’ordine.

E la giornata per gli ultimi prevista dalla parrocchia per domenica prossima, avrà anche una distribuzione speciale di alimenti per le famiglie maggiormente in difficoltà. Per loro ci saranno pacchi con generi di prima necessità e con simboli culinari del Natale raccolti in questo periodo dalla Caritas di Poggiomarino. Ed i beneficiari saranno “gli ultimi” in tutti i sensi.

Boccapianola

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE