Home Cronaca Poggiomarino, aggredito e ferito da cane randagio mentre fa jogging: denuncia il...

Poggiomarino, aggredito e ferito da cane randagio mentre fa jogging: denuncia il Comune

Aggredito da un cane randagio mentre fa jogging in strada, porta il Comune in tribunale chiedendo un risarcimento danni per le ferite riscontrate. La vicenda si consuma a Poggiomarino, dove un uomo, A. D. M., non ci ha pensato su due volte ed ha denunciato il palazzo municipale per le lesioni riportate durante “il combattimento” con l’animale di media-grossa taglia che vagabondava in strada. Il fatto si è verificato alcune settimane fa ma è venuto alla luce soltanto con la segnalazione giunta al Comune in cui l’atleta dilettante racconta le fasi dello scontro con il randagio, i momenti di paura e di soccorso fino naturalmente al panico per i tagli lacero-contusi che i denti del cane gli avevano inferto sul corpo.

Secondo quanto raccontano le carte giudiziarie, l’assalto si sarebbe verificato intorno alle 9,30 di mattina al termine di via Iervolino, quasi ad angolo con via Cimitero, zona piuttosto isolata e che spesso è ben nutrita proprio da un branco di animali che cercano qualcosa da mangiare tra i rifiuti o da qualche attività commerciale della zona specializzata negli alimentari. Tuttavia, prima della segnalazione di A.D.M., a Poggiomarino non si era mai parlato della pericolosità dei cani, che fino ad ora non aveva dato segnali di aggressività nei confronti dei cittadini. Anzi, in più casi sono proprio i residenti a dare da mangiare e da bere alle bestiole. Probabilmente la corsa leggera dell’uomo deve avere impressionato uno dei cani, che ha assalito con una certa violenza il malcapitato atleta.

L’uomo ha provato a difendersi con tutte le sue forze, parandosi il collo ed il volto a braccia nude. Naturalmente una lotta impari, durata alcuni secondi, in cui la vittima dell’aggressione è riuscita a venire fuori soltanto grazie all’intervento di alcuni esercenti e residenti della zona, usciti in strada nel tentativo di allontanare il branco. Attimi di puro terrore, insomma, che soltanto grazie alla prontezza di riflessi dell’uomo non si sono trasformati in tragedia. Il cane, infatti, aveva puntato direttamente alla carotide, una ferita che poteva naturalmente anche risultare fatale al malcapitato podista.

A quel punto chi era sul posto ha caricato in automobile la vittima dell’aggressione raggiungendo a tutta velocità il pronto soccorso della Clinica Trusso di Ottaviano, dove l’uomo è stato curato per le lesioni riportate. Per lui punti di sutura alle braccia ed alle mani sia a destra che a sinistra, oltre ad altri ematomi ed escoriazioni riportate nel corso dell’ardua lotta con il grosso cane. Sempre i sanitari di Ottaviano hanno poi dato all’uomo una decina di giorni di prognosi. Una brutta avventura per l’atleta dilettante che tuttavia non è finita con l’aggressione. A. D. M., infatti, ha portato in tribunale il Comune di Poggiomarino chiedendo un risarcimento economico per i danni fisici, morali e materiali riscontrati per l’assalto del cane.

Insomma, secondo la vittima ed il suo legale le colpe sono dell’ente municipale, reo di non provvedere ad una sistemazione sicura degli animali senza padrone che continuano a girovagare sul territorio cittadino, a volte – e come in questo caso – generando situazioni di pericolo.

Exit mobile version