È intitolato “Passione maledetta” il nuovo album dei Modà, pubblicato il 27 novembre e che finora ha già avuto riscontri positivi: 15mila copie circa vendute nelle prime ventiquattr’ore e secondo disco più scaricato su iTunes in questa settimana. Il lavoro musicale, improntato su melodie orecchiabili, resta nel suo stile pop- rock, ma con un suono diverso, più vicino a quel live da cui gli stessi Modà provengono.

Dieci tracce anticipate dal singolo “E non c’è mai una fine” (di cui il video è stato girato a New York e racconta parte di una storia che continuerà con i prossimi lavori musicali) che parlano della quotidianità, le speranze “Che tu ci sia sempre”, le notti insonni di “Ti passerà”, ma anche gli incontri con sé stesso “Francesco”.

«Abbiamo voluto continuare il nostro percorso musicale con ciò che abbiamo sempre fatto – racconta Checco (Francesco Silvestre, autore dei brani e solista della band) – parlare di politica o di altre cose nel nostro disco sarebbe stato un suicidio».

Nuova e con impronta inedita anche la copertina dell’album che presenta però il cantante coperto da un cappuccio quasi ad indicare che chi ascolta deve concentrarsi più sulla musica che sul personaggio.  E intanto fervono i preparativi per il tour che partirà il 18 giugno 2016 dallo Stadio San Siro di Milano con la scommessa di ripetere il sold aut avuto nello stesso stadio qualche anno fa.

moda