Nove produttori si contenderanno il 18 dicembre nel Castello Mediceo di Ottaviano il marchio “Casavesuvio Oro 2015” per il miglior Lacryma Christi dell’anno. A scegliere non sarà una giuria di esperti sommelier, ma “consumatori medi”, scelti a campione, tra coloro che acquistano vino al supermercato o in cantina.

La manifestazione – organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale Casavesuvio con il patrocinio della Città Metropolitana di Napoli, del Parco Nazionale del Vesuvio, della Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali, di Legambiente e di Federconsumatori Campania – ha lo scopo promuovere un prodotto di eccellenza del territorio e di mettere in contatto i consumatori con i prodotti e i produttori senza la mediazione di “esperti”.

«Dopo anni in cui l’immagine del Vesuvio nel mondo è stata purtroppo quella di un’enorme discarica – ha affermato il vicesindaco della Città Metropolitana, Elena Coccia – è arrivato il momento di rialzare la testa, di far conoscere a tutti, a cominciare dai residenti fino ai turisti internazionali che finalmente stanno dimostrando di riapprezzare il nostro territorio, la qualità e l’eccellenza dei nostri prodotti».

vino