Continuano i blitz antidroga dei carabinieri di Boscoreale nel rione Piano Napoli, considerato regno del clan camorristico Aquino-Annunziata. Stavolta a finire in manette sono stati il 25enne di Terzigno, Gennaro Cirillo, incensurato, e nuovamente un minore che è stato condotto nel Centro di prima accoglienza dei Colli Aminei a Napoli. Per il 25enne, invece, sono scattati gli arresti domiciliari nella sua abitazione di Terzigno. A riportare la notizia è il quotidiano “Roma”.

I due sono stati beccati in flagranza di reato dai militari dell’Arma intervenuti, colti sul fatto mentre cedevano cocaina e marijuana a due consumatori di sostanze stupefacenti. Uno dei due cedeva materialmente le dosi, mentre l’altro aveva il compito di fare da “palo”. Nelle tasche del minore, di soli 16 anni, sono state trovate sei dosi di cocaina, mentre altra droga era nascosta in una nicchia della palazzina.

Inoltre, addosso al ragazzino è stata rinvenuta la somma di 80 euro considerata provento dell’illecita attività e dunque finita sotto sequestro. È allarme, insomma, per il fenomeno dei giovanissimi diventati manovalanza del clan: negli ultimi dieci giorni, sempre in zona, si tratta del terzo caso di minori bloccati mentre spacciavano stupefacenti.

Spaccio