L’imprenditore l’aveva promesso: «Non abbandonerò la famiglia di Anatoliy». Ed ha mantenuto fede all’impegno, assumendo la vedova dell’ucraino eroe, Nadiya Korol, che oggi ha cominciato a lavorare presso uno dei supermercati Piccolo, precisamente quello in via Starza a Sant’Anastasia, il primo degli esercizi commerciali della catena che oggi è presente in numerosi comuni dell’area vesuviana e nolana.

A riportare la notizia dell’assunzione di Nadiya è l’edizione online de Il Mattino in un articolo firmato da Daniela Spadaro. Inoltre, l’imprenditore ha messo a disposizione della donna anche un’autovettura con cui la vedova di Anatoliy può spostarsi e raggiungere il luogo di lavoro. Fu proprio nel supermercato Piccolo di Castello di Cisterna, l’ucraino trovò la morte dopo avere tentato di sventare la rapina.

L’ucraino riuscì ad allontanare i malviventi, ma trovò la morte. Per lui anche il riconoscimento ufficiale da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. E dopo tante belle parole per il povero Anatoliy, adesso finalmente un atto concreto, quello dei Supermercati Piccolo che assumendo la moglie della vittima garantirà il sostentamento della famiglia.

anatoliy