Resta alta l’allerta terrorismo a Pompei: più agenti in strada ed anche carabinieri impegnati a tenere d’occhio la movida cittadina ed i punti considerati sensibili. Ieri a lungo i carabinieri hanno sostato davanti ad uno degli ingressi degli Scavi con tanto di mitragliette pronte a sparare.

Continua, dunque, l’azione dell’Antiterrorismo nella città mariana dopo i fatti di Parigi: il culmine della tensione e naturalmente dei controlli ci sarà il 13 dicembre, quando si aprirà la Porta del Santuario per il Giubileo della Misericordia programmato da Papa Francesco.

pompei mitraglie