1 gennaio: Veglione con rissa a “La Cortigiana del Re”: due comitive si azzuffano lanciandosi piatti e bicchieri, arrivano i Carabinieri che denunciano diverse persone.
10 gennaio: Sospeso dalla Curia un prete pedofilo residente a Somma dopo che già era stato arrestato dalla polizia a Napoli mentre provava ad abusare di un minore. Il sacerdote avrebbe commesso violenze su un ragazzino immigrato dell’Africa del Nord
12 gennaio: Bruciata nella notte l’automobile, parcheggiata in via Siascia, dell’allenatore dell’Akragas calcio, Vincenzo Feola di Somma Vesuviana.
15 gennaio: Scandalo abiti donati ai poveri. Un’azienda di Somma finisce nei guai per aver rivenduto nei Paesi dell’Est gli abiti raccolti nei cassonetti gialli e destinati ai meno abbienti: 13 arresti.
31 gennaio: La Guardia di Finanza sequestra beni per un milione di euro ad una imprenditrice di Somma Vesuviana: la donna è accusata di bancarotta fraudolenta.
6 febbraio: Custodisce pistola con matricola abrasa: arrestata M.P. studentessa 21enne insospettabile di Somma.
7 febbraio: Aveva perso 15 chili e cambiato look per cercare di sfuggire alle forze dell’ordine. Viene arrestato a Somma il latitante 45enne Ciro Scarpato.
15 febbraio: Una donna di 47 anni, Anna Vitiello, viene investita da un’auto ed uccisa in via Marigliano.
26 febbraio: Rapina da film in un centro scommesse di Piazza San Francesco: tre banditi armati fanno irruzione con il volto coperto da maschere di carnevale.
3 marzo: Avevano fatto esplodere il postamat di un Ufficio Postale di Somma utilizzando due bombole di gas: vengono arrestati 3 uomini.
10 marzo: Un giovane autotrasportatore, il 33enne F.I., si toglie la vita impiccandosi ad un albero di via Vignariello.
19 marzo: Muore dopo una caduta dallo scooter il 23enne Marco Ragosta: il giovane tornava a casa dal lavoro.
26 marzo: Dramma della solitudine al Rione Trieste, una 60enne viene trovata morta in casa, secondo il medico legale era morta da almeno 10 giorni.
1 aprile: Arresto-bis per il boss di Somma Giovanni D’Avino: l’ordinanza viene emanata con l’accusa di estorsione.
4 aprile: Il pregiudicato 36enne Aniello Siano viene gambizzato nella notte a Ponticelli: si tratta del primo segnale di presenza della camorra di Napoli Est a Somma Vesuviana.
19 aprile: Si aggirava armato tra i riponi popolari di Somma, viene arrestato il 52enne Ciro Noto, camorrista del clan Cuccaro di Barra.
26 aprile: L’elicottero Geo-Radar sorvola la città di Somma durante le perlustrazioni contro la Terra dei Fuochi: il dispositivo trova un’area sensibile.
7 maggio: Un 45enne finisce in manette dopo aver spaccato la faccia al padre di 82 anni: l’uomo pretendeva 200 euro dall’anziano genitore.
15 maggio: Comincia la protesta di Mimmo Mignano , operaio 48enne di Somma che per sei giorni resterà sospeso su una gru a Napoli: l’uomo protesta dopo essere stato licenziato dallo stabilimento F.C.A. di Pomigliano.
19 maggio: Il 20enne sommese Francesco Esposito Alaia si toglie la vita lanciandosi sotto ad un treno della Circumvesuviana in corsa.
25 maggio: La 67enne Giuseppina Di Sarno muore in uno scontro frontale avvenuto sulla statale Appia all’altezza di Sessa Aurunca.
9 giugno: Terrore in via Casaraia dove cede il cornicione di un terrazzo, salva per miracolo una bambina di sette anni che viene sfiorata dai detriti.
13 giugno: Muore il Comandate dei Nas, Cosimo Piccinno: l’ufficiale di Somma Vesuviana si spegne a Milano al termine di una lunga malattia.
24 giugno: Senza stipendio i netturbini dell’azienda che effettua la raccolta dei rifiuti: boom di operai in malattia e Somma si ritrova invasa dai sacchetti.
29 giugno: Sequestrato il “tesoro” dell’Avvocato sommese Nunzio Cerciello: il professionista è accusato di evasione fiscale per quasi due milioni di euro.
8 luglio: Viene trovato in possesso di due kg di cocaina e 10mila euro in contanti. I Carabinieri arrestano il 56enne Ruggero Capasso.
10 luglio: Il 24enne di Somma F.S. viene colpito da una pallottola vagante a Napoli. Il giovane si era trovato per caso sulla scena di un omicidio di camorra, le sue condizioni non sono gravi.
20 luglio: Muore dopo due giorni di agonia Giovanni Polise, capo cantoniere dell’Anas investito da un tir sulla statale 268.
27 luglio: Follia a Somma Vesuviana, il Sindaco Pasquale Piccolo viene accoltellato al braccio ed alla nuca dal 59enne senzatetto Salvatore Losco.
1 agosto: Parte dopo un anno di stop per motivi di staticità al Rione Casamale storica “Festa delle Lanterne”.
13 agosto: Inseguimento sulla statale 268: i carabinieri inseguono una moto che non si era fermata all’alt nel quartiere Ponticelli. L’auto delle forze dell’ordine va a sbattere contro il guardrail, restano feriti i due militari a bordo.
18 agosto: Cinque sommesi in vacanza a Marina di Camerota picchiano un parcheggiatore di un locale che aveva chiesto alla comitiva di spostare l’auto dagli spazi riservati ai disabili.
11 settembre: Crisi politica nella Giunta del sindaco Piccolo: si dimettono gli assessori Luigi Aliperta e Elena Terraferma.
22 settembre: A seguito della crisi politica della maggioranza si dimette il sindaco Piccolo, che ritirerà le dimissioni entro il termine stabilito dalla legge.
26 settembre: il militare 26enne Giosuè Ruotolo viene iscritto nel registro degli indagati per il duplice omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza, i due fidanzati uccisi a marzo a Pordenone. Il caporalmaggiore di Somma era commilitone ed ex coinquilino di Trifone.
7 ottobre: Dopo le denunce di due ragazze adolescenti scoppia la psicosi maniaco sessuale: arrivano i carabinieri in borghese alla ricerca di un uomo a bordo di una Opel Corsa grigia.
11 ottobre: Incidente mortale sulla statale 162: l’auto guidata da una ragazza di Somma si scontra con quella di un giovane. Muore un 23enne.
20 ottobre: Scoppia il fenomeno Urban Strangers a X-Factor: il duo di Somma conquista pubblico e giuria nel talent show. Al termine del programma Alessio e Gennaro si classificheranno al secondo posto.
23 ottobre: Moto contro auto in via Circumvallazione: muore lo studente 18enne Antonio Manzo.
9 novembre: Rientra la crisi politica al Comune: il sindaco Piccolo nomina i nuovi assessori, quattro sono riconfermati rispetto alla vecchia Giunta.
11 novembre: La camorra torna ad uccidere nei rioni popolari cittadini: la vittima è il 46enne Vincenzo De Bernardo, ritenuto vicino ai clan di Napoli Est.
15 novembre: Assalto all’Asl cittadina: ignoti entrano di notte nell’immobile devastando uffici e urinando sui documenti.
8 dicembre: Panico sulla statale 268 all’altezza di Somma Vesuviana. Il conducente di un camion viene colto da un malore ed entra a tutta velocità in un’area di servizio, distruggendo un muretto ed attrezzature varie: sfiorata la tragedia.
18 dicembre: Racket di Natale a Somma Vesuviana: viene arrestato il 33enne Pietropaolo Di Matteo, ritenuto elemento locale del clan Cuccaro di Barra.
21 dicembre: Anche la fidanzata di Giosuè Ruotolo, la 24enne Rosaria Patrone, viene indagata per il duplice omicidio di Trifone e Teresa: le accuse per la studentessa dono di istigazione, favoreggiamento e false attestazioni. Nei giorni precedenti la ragazza era stata ascoltata per ben tre volte dai pm.

somma vesuviana