7 gennaio: Suicidio da SQuiSito, un panettiere 35enne, Vincenzo D.C., si toglie la vita all’interno dell’attività commerciale di via Pomigliano.

11 gennaio: Grave incidente a Pomigliano, un 20enne di Sant’Anastasia finisce in coma.

14 gennaio: Indagato un giudice di Pace Anastasiano: l’’ufficiale è accusato di avere ricevuto regali e prestazioni sessuali per aggiustare sentenze.

2 febbraio: Blitz della Gori in città: asportati decine di contatori agli utenti morosi, esplode la protesta.

16 febbraio: Picchiarono, chiusero in un bagagliaio e lasciarono in una discarica un loro dipendente. Finiscono in manette due fratelli imprenditori di Sant’Anastasia.

21 febbraio: In crisi economica il Santuario di Madonna dell’Arco. I dipendenti denunciano di non aver ricevuto gli stipendi, del problema si occuperà direttamente il Vaticano.

26 febbraio: Viene eletto il nuovo Priore del Santuario di Madonna dell’Arco. È frate Alessio Romano, al 35enne il compito di risanare i conti.

4 marzo: Torna in carcere Gioacchino Esposito, 49enne ritenuto affiliato al clan Orefice. L’uomo era stato condannato per favoreggiamento aggravato.

9 marzo: Altro arresto nelle fila del clan Orefice, finisce in manette anche il 38enne Vincenzo Guidone.

24 marzo: Due ragazzine all’uscita di scuola denunciano di essere state importunate sessualmente da un 35enne: i carabinieri aprono un’indagine.

2 aprile: Shock in città, una donna di 32 anni perde al nono mese la bimba che portava in grembo. Finiscono nei guai i medici della clinica di Massa di Somma a cui si era rivolta la paziente Anastasiana.

6 aprile: Assalto di fedeli al Santuario di Madonna dell’Arco per le celebrazioni del Lunedì in Albis: secondo le stime arrivano in città oltre 100mila persone.

1 maggio: Il Sindaco Raffaele Abete taglia il nastro ed inaugura l’isola ecologica cittadina.

2 maggio: Tre Romeni miracolati a seguito di un grave incidente in Via Cascetta. L’auto su cui viaggiavano finisce in un dirupo alto 5 metri.

7 maggio: Viene catturato il latitante Pasquale Capriolo, il 38enne Anastasiano era ricercato da oltre un anno.

12 maggio: Armati di pistola irrompono in un minimarket facendosi consegnare l’incasso: i carabinieri arrestano due baby rapinatori di 15 e 18 anni.

11 giugno: Raid dei ladri nel cimitero cittadino, i soliti ignoti distruggono le tombe e portano via 230 fioriere in rame ed ottone.

19 giugno: Incidente mortale sulla Statale 162, perde la vita il centauro quarantenne Giacomo Maione.

22 giugno: Paura in Vico delle rose, dove una copiosa perdita d’acqua provoca un’ampia voragine. Alcune famiglie vengono sfollate a scopo precauzionale.

5 luglio: Non bastano le telecamere di videosorveglianza, i ladri fanno nuovamente breccia nel cimitero e trafugano gli oggetti funebri di valore.

7 luglio: Tragedia in città, un 39enne si lancia nel vuoto dal terzo piano dopo una lite con la moglie. Viene soccorso ma muore appena arrivato in ospedale.

18 luglio: Vengono arrestati un 43enne ed un 63enne anastasiani accusati di aver ucciso a colpi di pistola Nicola Annunziata, 57enne imprenditore di Ottaviano.

5 agosto: Un 21enne di S.Anastasia imbocca contromano l’autostrada ad Avellino est: il giovane percorre quasi 10 km prima di essere fermato e denunciato dalla Polstrada.

6 agosto: Aria di crisi nell’amministrazione Abete, il sindaco azzera la Giunta: le rotture si ricomporranno nel giro di qualche settimana.

28 agosto: Nuovo terremoto politico in città, si dimette il vicesindaco Armando Di Perna che lancia dure accuse al primo cittadino.

4 settembre: Spuntano ossa umane in un cantiere di Via Arco. Si tratterebbe di resti risalenti ad almeno 70 anni fa: la procura apre un’indagine.

11 settembre: I carabinieri arrestano Ciro e Massimo Maione di 54 e 39 anni. I due si erano finti emissari della camorra per estorcere denaro ad un’impresa edile.

12 settembre: Irruzione dei carabinieri in un deposito pieno di veicoli rubati, i carabinieri arrestano tre immigrati.

4 ottobre: Muore in un incidente sull’A1 l’operaio di Sant’Anastasia Antonio Esposito. Nello stesso schianto era rimasto ucciso il collega Gaetano Barile.

6 ottobre: Altra tragedia del lavoro: muore a Brescia il 47enne Aniello De Luca. L’operaio viene dilaniato dalle lamiere di un silos che stava pulendo.

9 ottobre: Lutto in città, si spegne l’imprenditore Salvatore Muroli: era il patron del centro commercial Le Aquile.

16 ottobre: Un 48enne Anastasiano viene arrestato dopo avere puntato un coltello alla gola e minacciato di morte la moglie di 46 anni.

10 novembre: Terrore nel cortile della scuola dell’infanzia in Via Strettola: uno sciame d’api attacca i piccoli alunni e manda in ospedale 10 bambini.

30 novembre: La catena supermercati Piccolo assume la moglie di Anatoliy Korol, l’Ucraino eroe ucciso mentre cercava di sventare una rapina in un market a Castello di Cisterna.

18 dicembre: Un commerciante di carni preleva una grossa cifra in banca e viene rapinato: i banditi sparano alcuni colpi di pistola contro un’agenzia di scommesse.

20 dicembre: Dramma nella stazione della circumvesuviana di Madonna dell’Arco: un senzatetto Indiano muore dal freddo.

28 dicembre: Caos sulla statale 268 a causa dei lavori di rifacimento della segnaletica verticale ed orizzontale: c’è chi impiega anche un’ora per percorrere 4 chilometri.

sant'anastasia