Ancora un arresto per droga a Poggiomarino: stavolta a finire in manette è stato il 18enne Michele Albertino, pregiudicato per reati commessi quando era ancora minorenne. Il ragazzo stava spacciando due dosi di marijuana in piazza De Marinis, proprio davanti alla residenza comunale, quando è stato notato dal comandante della stazione locale, Andrea Manzo, che in borghese si stava recando in caserma per prendere servizio.

L’arresto è avvenuto intorno alle 8,30 di ieri e con Albertino è stato condotto in stazione anche il 29enne M. C., sempre di Poggiomarino, che stava acquistando le sostanze stupefacenti. Si tratta, infatti, di un soggetto finito più volte nei guai proprio per droga e che dunque è soggetto all’obbligo di firma. Quando i due si sono resi conto di essere stati avvicinati dal comandante dell’Arma poggiomarinese, hanno provato a disfarsi delle dosi di “erba”, che sono state però prontamente recuperate dal maresciallo Manzo.

Per Albertino sono scattati gli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo nei prossimi giorni. Il 29enne, invece, è stato nuovamente segnalato alla prefettura di Napoli quale assuntore di sostanze stupefacente. Si tratta del secondo pusher finito in arresto a Poggiomarino nel giro di appena due giorni.

spaccio