È stato rintracciato grazie alla descrizione delle vittime di una rapina e seguendo le immagini dei vari sistemi di videosorveglianza. Grazie a questo stratagemma i carabinieri hanno arrestato a Torre Annunziata, Pietro Troiano, 31 anni, incensurato di Pompei, a casa del fratello, poco dopo avere tentato – con il viso travisato insieme ad un complice in via di identificazione, uno dei due armato di una pistola – una rapina in sella ad uno scooter al titolare di un distributore di carburanti di via Castriota e avere rapinato di 100 euro un cliente.

I militari dell’Arma del nucleo operativo e radiomobile di Torre Annunziata, dalla visione dei fotogrammi ripresi dalle telecamere presenti in zona e dalla descrizione del motorino, hanno ricostruito la direzione di fuga, riuscendo a identificare e rintracciare in casa del fratello, Pietro Troiano. Con successiva perquisizione domiciliare sono stati trovati il motorino utilizzato per l’assalto, gli abiti indossati da Troiano al momento del fatto e l’arma, che si è rivelata una pistola giocattolo. Il trentunenne è stato portato nel carcere napoletano di Poggioreale.

carabinieri benzina