Cani antibomba davanti al Santuario di Pompei. Ieri in occasione della giornata di grande affluenza dei fedeli davanti al Santuario della Beata Vergine del Rosario, i carabinieri sono stati impegnati in un super lavoro nell’ambito del rafforzamento dei controlli contro il terrorismo, tutto dopo ovviamente i fatti di Parigi.

Altri controlli, sempre con i cani antibomba, sono avvenuti anche all’interno degli Scavi: un clima di allerta che deriva da alcune indagini dell’antiterrorismo, il nucleo ha infatti identificato Pompei come un possibile obiettivo dell’Isis visto il santuario mariano ed il gran numero di turisti accolti ogni giorno nel sito archeologico.

cane bomba