Già un mese fa “aveva rischiato” di lasciare il carcere di Poggioreale, dove si trova rinchiuso per l’omicidio dell’ex compagna 36enne, Enza Avino. Ora Nunzio Annunziata, reo confesso del delitto scaturito da decine episodi di stalking potrebbe lasciare il carcere almeno per un periodo. A farlo trapelare sono fonti giudiziarie, con i legali dell’uomo che stanno lavorando su un cavillo.

Ci sarebbe, infatti, un vizio di forma sull’ordinanza della misura cautelare dell’uomo. In sostanza, dopo il cavillo relativo al primo arresto, i giudici hanno utilizzato il metodo del “copia incolla” per il secondo provvedimento di arresto. Ed in tal senso l’avvocato di Annunziata, anch’egli di Terzigno come la donna uccisa, hanno fatto ricorso in Cassazione. Il verdetto arriverà nei prossimi giorni e pare che sia tutt’altro che scontato. Insomma, esiste la possibilità che il 37enne lasci davvero i carcere, almeno per qualche tempo.

La vicenda balzò agli onori delle cronache di tutta Italia. L’uomo attese Enza in strada a Terzigno e le esplose contro alcuni colpi di arma da fuoco. La 36enne morì durante il trasporto in ospedale, mentre il suo assassino venne bloccato all’alba a Poggiomarino dopo un pomeriggio ed una notte in fuga.

nunzio annunziata (2)