Morte Renna, borsa di studio “beffa” per le figlie: solo 500 euro


153

È arrivato il contributo del Comune di Napoli, la borsa di studio promessa alle figlie di Salvatore Renna, l’operaio di Boscoreale deceduto mentre lavorava alla realizzazione della nuova metropolitana di Napoli: per le orfane Raffaella ed Anita solo 500 euro: una beffa, insomma, così come riportato dal quotidiano Roma.



«Il Comune di Napoli – si legge nel documento – sensibile e attento al tema del supporto ai familiari delle vittime sul lavoro, ritiene opportuno aderire al fondo con un’integrazione “una tantum” di 500 euro». Il benefit verrà quindi erogato in un’unica soluzione e, soprattutto, per una volta soltanto. La liquidazione dell’importo è stata intanto disposta con una determina del Servizio Relazioni istituzionali firmata appena pochi giorni fa dalla dirigente Lucia Di Micco.

renna

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE