Minacce e aggressioni agli Amministratori: ecco tutti i casi del 2014 nell’area vesuviana


204

“Avviso Pubblico” ha tracciato una stima delle minacce e delle aggressioni subite dagli amministratori nel 2014. Una classifica di cui la provincia di Napoli è purtroppo leader con 29 casi. Quattro sono avvenuti nell’area vesuviana, mentre già nel 2015 si deve contare l’accoltellamento subito dal sindaco di Somma Vesuviana, Pasquale Piccolo. Giù tutti i casi riportati nel dossier nazionale.



28 GENNAIO – NOLA (NA) Due agenti della Polizia Municipale sono aggrediti con calci e pugni da un parcheggiatore abusivo nei pressi del mercato rionale della città. L’aggressione è scattata mentre i due vigili urbani stavano sanzionando l’uomo per la sua attività illecita. I due agenti sono stati costretti a ricorrere alle cure dei sanitari. Non si tratta della prima volta.

6 GIUGNO – POMPEI (NA) Il candidato Sindaco, Nando Uliano, denuncia alle autorità di sicurezza intimidazioni, minacce e aggressioni fisiche perpetrate ai danni di propri candidati e simpatizzanti nelle ultime ore precedenti al turno di ballottaggio di domenica 8 giugno.

7 OTTOBRE – POMPEI (NA) L’ex Sindaco, Claudio D’Alessio, viene accoltellato da due uomini scesi da uno scooter nella centralissima via Roma.

18 NOVEMBRE – SANT’ANASTASIA (NA) Tre cartucce da fucile inesplose sono state recapitate in una busta chiusa al Presidente del Consiglio comunale Mario Gifuni. Le cartucce erano chiuse in una busta gialla consegnata in Municipio, aperta dal segretario comunale insospettito dalla consistenza della lettera.

d'alessio longobardi

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE