Non sarebbe nuovo il 21enne Pasquale Rubino ad aggressioni improvvise, certamente non però con la stessa violenza di quello subito dalla povera Leandra Romano, la 26enne commercialista di Brusciano che si trova tuttora in fin di vita all’ospedale Secondo Policlinico di Napoli.

Il giovane, con disturbi psichici, infatti, aveva già fatto del male alla sorella, Un’azione avvenuta direttamente in casa e per cui era stato arrestato. Poi l’agguato nel cuore di Nola, dopo di cui il giovane si era messo in macchina tornando al lavoro in una pizzeria non lontana dal luogo del raid.

aggressione leandra