Da gennaio Poggiomarino premierà i cittadini più virtuosi nella gestione dei rifiuti e coloro che conferiranno in maniera più attenta i rifiuti speciali e riciclabili presso l’isola ecologica di via Ceraso. L’intenzione nata in estate diventerà quindi concreta già a partire dall’inizio del prossimo anno. In tal senso l’Amministrazione comunale è lavoro in questa fase proprio per trovare partner attraverso cui fare sbocciare le idee. Il sistema di premialità riguarda buoni spesa e buoni sconto forniti attraverso un accordo dai commercianti di Poggiomarino.

In sostanza gli aventi diritto al benefit riceveranno dal Comune dei coupon da spendere presso gli esercizi cittadini che aderiranno in questo momento al progetto. Sarà poi lo stesso Palazzo De Marinis a rimborsare i negozianti attraverso il ricavato dei rifiuti portati nei singoli consorzi di riutilizzo per i diversi materiali. Un circolo virtuoso che quindi dovrebbe ulteriormente accelerare la qualità e la quantità della raccolta differenziata sul territorio poggiomarinese.

Toccata quota massima fino al 61%, infatti, la raccolta differenziata non ha al momento subito altre importanti impennate come invece era lecito attendersi con l’apertura e la fruizione dell’impianto ambientale fortemente voluto dall’Amministrazione del sindaco Leo Annunziata. Il sistema a premi, dunque, punta anche ad invogliare i cittadini a fare una corretta separazione degli scarti ed a portare i materiali non più utilizzabili all’interno dell’isola ecologica cittadina. In questo modo, grazie alle maggiori quantità da potere smaltire, è chiaro che il Comune potrà non soltanto aumentare la quantità di bonus spesa da consegnare ai cittadini ma anche abbassare le quote annuali relative alle tasse sui rifiuti.

L’imposta, infatti, deve per legge coprire l’intero costo annuale per lo smaltimento. Avendo già un “tesoretto” su cui potere fare affidamento, ai cittadini verrebbe chiesto ovviamente uno sforzo minore rispetto agli ultimi anni. Ma il futuro ormai alle porte è dedicato proprio a buoni spesa ed agli sconti che possono coprire ogni settore a seconda dei commercianti che vorranno partecipare al progetto.

Di questo sistema l’assessore all’Ambiente e vicesindaco, Gerardo Aliberti, ne aveva parlato in tempi non sospetti, precisamente in estate, quando era ormai imminente l’inaugurazione dell’isola ecologica poggiomarinese. Non è ancora chiaro in che modo verranno distribuiti i premi: al momento il regolamento è ancora in fase di redazione, ma è probabile che ai cittadini siano riconosciute la qualità della raccolta differenziata prodotta a casa, ed inoltre pure la quantità di rifiuti smaltiti nell’impianto. In totale sono 18 le tipologie di scarti che sono conferibili presso il sito di via Ceraso.

isola ecologica poggiomarino