I carabinieri della stazione di Afragola hanno arrestato per detenzione di materiale esplodente, possesso e fabbricazione di documenti d’identificazione falsi Salvatore Rizzo, 44 anni, già noto alle forze dell’ordine e denunciato in stato di libertà per lo stesso reato la moglie 41enne, incensurata, entrambi di Pomigliano d’Arco.

Durante controlli i militari dell’Arma hanno perquisito l’abitazione della coppia, trovandoli in possesso di 150 ordigni esplosivi artigianali comunemente chiamati “rendini”, dieci carte d’identità in bianco false e vario materiale telematico utilizzato per la falsificazione di documenti d’identità, tra cui pc e stampanti. Tutto il materiale è stato sequestrato, mentre l’uomo arrestato è stato portato nel carcere di Poggioreale.

botti documenti