Scoppia l’emergenza microcriminalità nella zona di via Dante Alighieri, ma colpisce anche altre strade limitrofe come via Iervolino e via Mario Pagano. L’esplosione riguarda il fenomeno dei furti di scooter, in qualche circostanza anche di autovetture, che nella maggior parte dei casi vengono aperte e trafugate di ogni cosa di valore contenuta. Uno scenario simile era stato evidenziato di recente in viale Manzoni, dall’altra parte di Poggiomarino, dove tuttavia i furti si sono però fermati sempre a quanto le persone lasciavano incustodito all’interno dell’abitacolo.

Particolarmente importanti gli episodi dei mezzi a due ruote portati via: nelle ultime due settimane sono arrivate in tal senso otto denunce, oltre una segnalazione ogni due giorni, che trasforma la rabbia di qualcuno in un’urgenza da tenere sotto controllo e ad a cui provare a mettere un freno. Ed alla questione delle razzie, sempre in zona, si stanno anche sommando le vandalizzazioni ai danni dei veicoli parcheggiati di notte in strada. Naturalmente sono i furti a mettere maggiormente in apprensione i cittadini poggiomarinesi, che soprattutto per quanto riguarda gli scooter stanno evitando di recente il parcheggio in strada anche se muniti di forti catene ed antifurti sonori.

Secondo quanto raccolto sul posto, infatti, adesso è caccia a box privati e garage in cui possono essere custoditi i mezzi a due ruote, mentre tanti altri centauri stanno ricorrendo persino a sistemi satellitari per evitare di perdere per sempre scooter parecchio costosi come quelli di alta cilindrata. E sembrerebbe, inoltre, che le bande di ladri agiscano particolarmente nei momenti in cui Poggiomarino viene travolta dal maltempo o comunque da serate piuttosto fredde. Si tratta di situazioni, infatti, in cui circola davvero poca gente ed in cui quindi i malviventi hanno maggiore possibilità di agire lontano da occhi indiscreti.

Sotto questo aspetto, durante l’ultima notte di forte pioggia, ci sono state tre denunce di scooter rubati e due automobili aperte per portare via il contenuto: in una di queste c’era anche un tablet Samsung di ultima generazione. Insomma, uno scenario che sta diventando difficile da arginare con l’ultimo caso avvenuto proprio nel weekend. In questa circostanza, tuttavia, il “colpo” non è andato a segno fino in fondo. L’intenzione, infatti, era quella di portare via un’utilitaria Fiat in sosta tra via Alighieri e via Pagano: l’automobile è stata forzata ed i ladri hanno tentato di mettere in moto il veicolo senza però riuscirci. Si sono quindi “limitati” a portare via l’autoradio ed una borsa contenente alcuni effetti personali e documenti del proprietario.

Al mattino la brutta sorpresa, con la vettura da riparare per la rottura di una delle maniglie e di un vetro. Ma tocca mettere mano al portafogli anche per alcuni automobilisti che però non hanno subito alcun furto. Gli episodi di teppismo, infatti, stanno aumentando e sono molte le persone che segnalano danni ai propri veicoli. A detta di molti si tratta di persone ubriache che di notte si aggirano sul territorio seminando il panico.

furti moto