Emergenza rifiuti tessili a Terzigno, il sindaco a UnoMattina: «Controlli in tutti gli opifici»


419

Arriva l’Esercito, ma presto Terzigno avvierà una vera e propria “crociata” contro gli sversamenti di scarti tessili nelle campagne cittadine al confine con Poggiomarino e San Giuseppe Vesuviano. A dirlo è stato il sindaco Francesco Ranieri, che ha rilasciato queste dichiarazioni nel corso di un’intervista ad UnoMattina. Il servizio andrà in onda sulla rete ammiraglia Rai nelle prossime settimane.



«Controlleremo ogni singolo opificio, incroceremo i dati delle fabbriche tessili presenti e vedremo una ad una se hanno i certificati di smaltimento dei rifiuti. Al contrario vorrà dire che sono tra i colpevoli dei troppo ritagli tessili gettati via nel verde del nostro territorio». Un’operazione che comincerà a breve e che sarà tra i primi compiti del neocomandante della polizia municipale, Francesco De Rosa, verso l’insediamento a Palazzo Gionti dopo il trasferimento ottenuto da Nocera Inferiore.

«Naturalmente – continua Ranieri – quelli dei rifiuti tessili provenienti presumibilmente dagli opifici cinesi sono soltanto un parte del problema dello sversamento sul territorio cittadino». Proprio di recente nelle zone di Fornillo o anche a ridosso della Statale 268 si sono verificati numerosi scarichi di materiali di risulta e di scarti di natura speciale che hanno acuito il già grave fenomeno.

rifiuti terzigno

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE