«Il Carnevale Palmese va avanti. A nessuno è concesso di fare il funerale ad una tradizione centenaria, che appartiene al popolo e che non è il capriccio di pochi intimi». Così il presidente della Fondazione Carnevale Palmese, Daniele Rainone, chiarisce la sua posizione rispetto alle ultime polemiche verificatesi, con alcune Quadriglie che hanno dichiarato di non voler partecipare alla prossima edizione del Carnevale.

Rainone, che spiega di parlare a nome dell’intera Fondazione, aggiunge: «Grazie al contributo ed al supporto di tutte le altre Quadriglie che hanno dato l’adesione per partecipare al Carnevale, la Fondazione pubblicamente si assume l’impegno di far in modo che il prossimo sia uno dei più belli Carnevali della storia».

Rainone sottolinea, inoltre, il lavoro fatto dalla Fondazione fino a questo momento: «In Europa le Quadriglie sono state ammesse a far parte del progetto “Ephemeral heritage of the european carnival rituals” promosso dall’Universitat Politecnica di Valencia finalizzato alla creazione  di una piattaforma comune tra i più importanti carnevali d’Europa per diffondere gli eventi e creare collegamenti tra di essi, siamo in buona compagnia unitamente ai Carnevali di Valencia, Lisbona, Mainz e così via.  Nel mondo, La Fondazione Carnevale, grazie anche al supporto di un giovane e brillante concittadino, il professor Giuseppe Sorrentino che pubblicamente ringraziamo, ha ultimato la domanda per iscrivere “Le Quadriglie” nella lista del patrimonio immateriale dell’Unesco».

carnevale