Rubavano auto con l’utilizzo di mezzi altamente tecnologici e poi le adoperavano per estorcere denaro ai proprietari in cambio della restituzione delle vetture, il classico “cavallo di ritorno”, e quando il ricatto non andava a buon fine, le auto finivano dallo sfascia carrozze e vendute pezzo per pezzo.

Misura cautelare in carcere per Giacomo Novelletti, 31 anni di Marigliano, “capo e organizzatore”. In carcere anche i fratellastri del capo, Gennaro Caiazzo, 46 anni e Maurizio Cuccaro, 27 anni, entrambi residenti a Castello di Cisterna. Agli arresti domiciliari Francesco Piscitelli 33 anni, Castello di Cisterna ed il complice Rosario Rossi, 45 anni di Marigliano. Sottoposto, infine, all’obbligo di dimora Nicola Falco, 21 anni, Castello di Cisterna.

arrestati cavalli di ritorno