San Giuseppe, sigilli a caseificio: sversava liquami e scarti nei terreni


219

Ancora una volta un’operazione a tutela dell’ambiente e della legalità portata a termine dalla polizia municipale guidata dal comandante Ciro Cirillo. Questa volta a finire nel mirino dei caschi bianchi sangiuseppesi un caseificio del posto, sottoposto a sequestro per scarico abusivo e smaltimento illecito di reflui industriali.



I prodotti di scarto del processo di lavorazione erano infatti sversati senza che questi subissero il necessario trattamento purificante previsto dalla legge. Tutti gli scarti liquidi finivano in effetti in una grossa vasca sistemata in un terreno confinante con l’attività produttiva e da qui in vari pozzi di grossa capienza.

Un sistema che permetteva ai gestori del caseificio di risparmiare cifre importanti sul fronte dello smaltimento dei rifiuti ma al tempo stesso da un lato provocava inquinamento ambientale, impregnando l’intera area circostante di odori nauseabondi, dall’altro li favoriva in maniera illegittima rispetto alla concorrenza. Una situazione a cui l’intervento dei vigili ha posto fine: si spera che l’operazione posso ora anche servire da deterrente rispetto al tentativo di emulazione.

sigilli sequestro

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE