Sette giovani calciatori sono stati denunciati dai carabinieri per aver preso parte ad rissa durante la partita di calcio tra Avellino e Lupa Castelli Romani. Al termine della gara, valida per il campionato giovanile “Dante Berretti” di Lega Pro, disputata sul campo sportivo di Lacedonia, in provincia di Avellino, esplose la rissa tra giocatori di entrambe le formazioni.

I carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, sempre Avellino, al termine delle indagini, hanno denunciati alla Procura del Tribunale per i minorenni di Napoli sette persone. Nel corso della rissa rimase gravemente ferito il calciatore 17enne dell’Avellino, Federico Cappelli, residente a Striano. Il giovanissimo venne colpito alla testa e rimase a terra in preda a convulsioni. Fu il suo mister ad intervenire per evitare il peggio. Per Cappelli ci furono poi 20 di prognosi in ospedale.

rissa