Si è abbattuta con tutta la violenza possibile la pioggia su Poggiomarino. L’attesa bufera non ha “tradito”, e la città agrovesuviana si è trovata in ginocchio già nel pomeriggio. Tantissime le strade allagate a causa della cronica carenza di carattere fognario, oltre che per colpa dell’acqua che giunge da Terzigno e San Giuseppe Vesuviano. Numerose le auto in panne nel mezzo delle zone maggiormente “assalite” dall’acqua.

Inoltre l’assessore competente Alfonso Troiano, d’accordo con la locale protezione civile, ha invitato a «non uscire di casa se non strettamente necessario. Si rischia di ostacolare i soccorsi e la circolazione». I vigili del fuoco sono infatti giunti in via Iervolino per liberare alcune vetture ma anche per agire all’interno di scantinati allagati.

Diversi anche i tombini saltati e che hanno trasformato le arterie cittadine in vere e proprie piscine dove è impossibile procedere in auto o anche a piedi. Nel pomeriggio è inoltre esondata la vasca di Fornillo, mentre è stata rinviate a domani la Notte Bianca della Tammorra prevista per questa sera.

maltempo allagamenti