I fatti risalgono a qualche giorno fa, precisamente alla serata di venerdì quando in Circumvesuviana si è sfiorato il dramma. Una notizia che era venuta fuori già in giornata ma che adesso è stata confermata da diverse fonti. In sostanza, soltanto la grande prontezza di riflessi di un macchinista è riuscita ad evitare la tragedia.

Il teatro dell’episodio è la fermata di Leopardi della Circumvesuviana: qui un 15enne era in attesa del treno con alcuni amici. Il convoglio che stava per passare era il direttissimo per Sorrento, che quindi non si sarebbe arrestato alla stazione per fare salire o scendere i passeggeri. Per motivi da accertare il ragazzino ha fatto cadere la borsa sui binari proprio mentre il convoglio stava per giungere.

Il giovane si è lanciato già nel tentativo di recuperare la borsa prima che il treno potesse passarci su e distruggerla. Un “tuffo” che però avrebbe potuto uccidere anche il 15enne che certamente, raccontano altri passeggeri, non sarebbe riuscito a risalire qualora il macchinista non avesse visto la scena, riuscendo “miracolosamente” ad arrestare la marcia del convoglio prima che fosse troppo tardi. Il treno, infatti, sarebbe riuscito a fermarsi a pochi metri dal giovanissimo. Per fortuna, e per tutti, soltanto tanto spavento.

Circumvesuviana affollata