Omicidio dei fidanzati, Ruotolo sentito per 8 ore cambia versione: «Ero nella zona del delitto»

39

Si è concluso dopo oltre otto ore l’interrogatorio di Giosuè Ruotolo davanti ai magistrati del Tribunale di Pordenone. Da quanto si è appreso il giovane di Somma Vesuviana, unico indagato per il duplice omicidio di Pordenone, avrebbe rigettato le accuse.

«Non sono stati assunti provvedimenti restrittivi, ma valuteremo nei prossimi giorni l’intero contenuto delle dichiarazioni rese», ha affermato il procuratore di Pordenone, Marco Martani, incontrando la stampa al termine dell’interrogatori. «L’indagato, contrariamente a quanto affermato nelle dichiarazioni rese come persona informata sui fatti, ha confermato di essere stato presente nella zona del palazzetto dello sport la sera del duplice omicidio», ha specificato Martani.

«Ruotolo ha detto di essersi recato all’impianto sportivo per andare in palestra – ha aggiunto – ma di non aver trovato parcheggio e quindi di aver preferito fare ritorno verso casa. L’indagato ha anche affermato di essersi fermato effettivamente per qualche minuto all’esterno del parco di San Valentino per fare della pratica sportiva, ma di avere poi desistito quasi subito».

giosuè ruotolo procura

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE