Gabriel: Attento nelle rare circostanze in cui viene chiamato in causa. Voto 6

Ghoulam: Fa bene le due fasi. Voto 6

Maggio: Il rischio peggiore, Gabriel lo vive per un suo colpo di testa, la traversa salva lui e il Napoli. Voto 6

Chiriches: “Pulito”, ordinato, piede “educato”. Voto 6.5

Koulibaly: Un paio di leggerezze in ripartenza, poi solita forza fisica. Voto 6

Allan: Le due occasioni sprecate gli abbassano il voto. Voto 6

Valdifiori: Bene i primi 20 minuti, poi cala; nella ripresa riparte con convinzione, il vantaggio nasce da una sua giocata. Voto 6.5

David Lopez: Recupera palloni, combatte, vicino alla rete. Voto 6.5

Gabbiadini: Meriterebbe la gioia personale, meglio i 15 minuti da esterno. Voto 6.5

Mertens: Il gol salva il belga autore di una prestazione poco convincente. Voto 6.5

Callejon: Assist-man, gioca bene, è lui uno degli uomini chiave. Delizioso quando lancia Allan in occasione della prima occasione sprecata dall’ex Udinese. Voto 7

El Kaddouri: Ha tecnica, duetto favoloso con Higuain. Voto 6.5

Higuain: Quel gol is fantastic…. Voto 8

Chalobah: Esordio per il giovanissimo classe Chelsea. Voto S.V.

Sarri: Non rivoluzionando la squadra, regala spazio ai giocatori con minore minutaggio. Primo tempo discreto, manca la cattiveria, nella ripresa c’è anche quella. Bene i cambi. Vittoria strameritata, la squadra c’è ed è piacevole da vedere. Da evitare qualche leggerezza e alcuni cali di tensione.

Arbitro: Partita facile. Voto 6

Legia Varsavia: Lascia il possesso di palla al Napoli; provano qualche sortita, ma salvo la fisicità, i polacchi mostrano evidenti limiti tecnici. I loro tifosi sono straordinari, 90 minuti di continuo, incessante sostegno. Non li ferma neanche quel gol di Higuain.

Europa League: Napoli e i sorprendenti danesi del Midtjylland (quarta fascia nel sorteggio) a punteggio pieno; Bruges e Legia ferme al palo. Giovedì 22 in Danimarca, la sfida tra le due capoliste.

legia napoli