Estorsione ad impresa di calcestruzzi, condanne con “mano pesante” per due sangiuseppesi

80

È scattata la condanna complessiva per oltre 12 anni di carcere nei confronti di due sangiuseppesi ritenuti responsabili di un’estorsione di denaro, aggravata dal metodo camorristico, nei confronti della Nocerina Beton, impresa di calcestruzzi dell’Agro-sarnese verso cui il clan Serino di Sarno avrebbe puntato gli occhi già circa dieci anni fa.

E secondo i giudici, ad agire materialmente, sarebbero stati due uomini di San Giuseppe Vesuviano, presunti affiliati alla cosca: Domenico Ambrosio e Michele Auriemma. Per loro la pena è rispettivamente di nove anni e di tre anni e sei mesi di reclusione. Assolti, invece, i presunti mandanti sarnesi Alessandro Sirica e Aniello Albero.

Secondo i magistrati della Direzione distrettuali antimafia, il clan in questione avrebbero voluto estendersi da Sarno a tutta l’area dell’Agro-Nocerino e si avvaleva di affiliati relativamente lontani del territorio per portare a termine gli episodi intimidatori e le richieste di denaro.

estorsione

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE