Corruzione cantieri Anas, ombre su una delle aziende che sta lavorando sulla Statale 268


512

Ombre sugli appalti stradali, compreso relativo al raddoppio di carreggiate della Statale 268 dei Paesi Vesuviani. Ed in tal senso il caso è arrivato a Roma con un’interrogazione al presidente del Consiglio dei ministri, al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dell’Interno. Un gruppo di parlamentari spiega in documento ufficiale: «Nella mattinata del 22 ottobre 2015 è scattato il blitz che ha visto circa 300 finanzieri del nucleo tributario della Guardia di Finanza eseguire numerose ordinanze di custodia cautelare ed oltre 90 perquisizioni. L’inchiesta ha toccato anche il nord Italia, come il Friuli Venezia Giulia (Udine e Gorizia), e il Veneto (Padova e Venezia) coinvolgendo grosse imprese come la Vittadello Intercantieri di Limena (Padova), già coinvolta marginalmente nel 2014 nell’indagine Mafia Capitale e Vidoni spa di Tavagnacco (Udine); l’imprenditore friulano Giuliano Vidoni, titolare dell’omonima azienda, si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione, mentre risultano indagati due dirigenti della Vittadello spa di Limena per reati contro la pubblica amministrazione e corruzione di persone incaricate di pubblico servizio; entrambe le aziende hanno in essere numerosi lavori commissariati dall’Azienda nazionale autonoma delle Strade».



«Nel 2014 l’impresa padovana si è aggiudicata la progettazione esecutiva ed esecuzione dell’opera per la realizzazione della Strada Statale 268 del Vesuvio e lavori di costruzione del tronco compreso lo svincolo di Angri per un valore di oltre 40 milioni di euro; nel 2011 la società si è aggiudicata anche l’appalto dell’Anas per la realizzazione di un tratto della Grosseto – Fano, un cantiere da 158 milioni di euro; Vittadello spa ha partecipazioni del 49,90 per cento nella Molo Garibaldi scarl, una società costituita nell’aprile 2014 per l’esecuzione dei lavori di bonifica e scavo dei fondali esterni al molo Garibaldi per conto dell’autorità portuale di La Spezia. Inoltre, vanta il 40 per cento della Ferie scarl, sorta nell’ottobre del 2014 per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori del Centro Congressi in Fiera a Padova l’ex palazzo delle Nazioni; le collegate sono molte altre, sempre per la realizzazione di opere: Trionto scarl, Cilarese scarl, Park Fenice srl, Nuova Farma scarl, Arsenale Nuovo scarl, Trinacria scarl, Laurenzana e Gip. Sei le società controllate della galassia Vittadello: Park Repubblica spa, Progevi srl, e le scarl Valdisotto, Condotta 34, Moline e Bellolampo».

E ancora: «L’azienda di Limena farebbe inoltre parte con una quota della compagine azionaria del Consorzio Venezia Nuova, il pool di imprese che sta costruendo il Mose; Vidoni spa ha realizzato numerose opere pubbliche, in Italia e all’estero, aggiudicandosi diversi appalti anche con l’Anas in tutta Italia; ad oggi, la società seguendo dei cantieri stradali Anas in Sardegna e Calabria: viste le pesanti ipotesi di reato, se non vi siano i presupposti per avviare iniziative volte all’immediata sospensione degli appalti dell’Anas in carico alle aziende sottoposte a indagini».

268 ok

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE