Il sindaco metropolitano di Napoli, Luigi de Magistris, ha consegnato a cinque associazioni altrettanti immobili sequestrati alla camorra. Si tratta di strutture che si trovano nei comuni di Arzano, Marano, Nola, Torre del Greco e Villaricca. L’aggiudicazione dei beni è stata realizzata con evidenza pubblica e le strutture sono state affidate dal Consorzio Sole, che gestisce per conto degli Enti Locali gli immobili sequestrati alla camorra, sulla base di una selezione pubblica.

Ad Arzano l’immobile è stato concesso all’Associazione “Dal Basso” che realizzerà corsi e laboratori per attività culturali e sociali. È andata invece, all’Associazione “Novella Aurora – Cooperativa Sociale” l’immobile di Marano dove sorgerà un “Centro diurno per disabili”. La “Cooperativa Sociale Seeds” di Nola gestirà un grande appezzamento di terreno agricolo per la realizzazione di “Orti didattici comunitari”: il terreno era nelle disponibilità del clan Russo e confiscato alla camorra negli scorsi anni. L’immobile di Torre del Greco è stato consegnato all’Associazione “Progetto Famiglia Onlus Accoglienza” per la realizzazione del progetto: “Ricomincio da qui – Casa di accoglienza con donne con disagio sociale”.

A Villaricca l’Associazione “Amnesia” realizzerà nello stabile messo a loro disposizione la “Casa Alzheimer”. “L’utilizzazione per fini sociali di strutture che furono in possesso di clan camorristici, rappresenta – ha sottolineato de Magistris – la più forte delle risposte possibili alla presenza criminale nei nostri territori”. La Città Metropolitana di Napoli aiuterà tutte le iniziative messe in atto in quest’anno nelle strutture sequestrate ed affidate alle associazioni, attraverso anche un piccolo sostegno economico.

orti sociali