Abusi edilizi, a San Giuseppe è sanatoria per 6mila: proroga per evitare gli abbattimenti


1535

Sono oltre seimila i casi di abusivismo edilizio e che possono rientrare nella sanatoria. San Giuseppe, dunque, ottiene la palma di città con il numero maggiore di “costruzioni fuorilegge” superando e raddoppiando la vicina Terzigno dove i casi sono invece 3mila. Una lunghissima lista, quella sangiuseppese, che ha costretto la Giunta ad allungare i tempi per presentare le domande.



Un provvedimento necessario per evitare che la città ai piedi del vulcano possa diventare nei prossimi mesi un cantiere aperto con centinaia di abbattimenti in corso. L’opportunità della sanatoria è troppo ghiotta, insomma, per lasciarsi sfuggire una chance che riporterebbe nella legalità ben seimila edifici invece da demolire.

La Giunta del sindaco Vincenzo Catapano, vista la normale difficoltà ad avviare tutte le pratiche per il condono entro la fine di ottobre, ha così prolungato di un mese la possibilità di presentare le istanze. Ancora 30 giorni di superlavoro, insomma, a San Giuseppe Vesuviano dove si lotta contro il tempo per evitare ancora la “mano” delle ruspe sulla città.

abusivismo ruspe

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE