Potrebbero arrivare altri profughi a Terzigno: due albergatori hanno infatti risposto al nuovo bando della prefettura di Napoli che si è chiuso venerdì scorso. Due strutture ricettive ai limiti del Parco Nazionale del Vesuvio sono pronte, infatti, ad ospitare altri 80 immigrati circa: le loro offerte si aggirano rispettivamente intorno ai 39 ed ai 40 euro.

Insomma, Terzigno potrebbe diventare una vera e propria colonia dei migranti in cerca dello status di rifugiati politici, una città dove la presenza degli extracomunitari arrivati in Italia a bordo delle “carrette del mare” ha già fatto parlare abbastanza. Al momento, infatti, la località ai piedi del vulcano ospita già oltre 150 profughi, determinando casi spinosi come quello dell’allontanamento di 18 persone da Villa Angela a causa di presunte violenze poi parzialmente rientrate.

Di sicuro il bando della prefettura di Napoli è un’occasione ghiotta di business per gli albergatori che soffrono la crisi anche per quanto riguarda le visite sul Grande Cono. Proprio in questa fascia sono infatti moltissime le strutture che hanno quasi del tutto abbandonato il turismo per dedicarsi esclusivamente all’accoglienza dei migranti.

profughi