Rilasciavano certificazioni mediche senza aver effettuato le verifiche delle condizioni di idoneità previste dalla legge: si tratta di cinque medici individuati dalla polizia di Stato di Napoli, che oggi sono stati destinatari di misure cautelari per aver rilasciato certificazioni in maniera fraudolenta.

L’indagine è partita nella primavera dello scorso anno, quando il personale del distaccamento della polizia stradale di Nola, ha accertato che cinque medici, operanti in strutture pubbliche come l’Asl o i comandi delle forze armate, emettevano certificazioni mediche attestando l’avvenuta verifica delle condizioni di idoneità per il rinnovo delle patenti di guida senza, però, aver effettuato i dovuti controlli. Le false certificazioni risultavano anche nei casi di rilascio di patenti di guida per i veicoli pesanti, senza che fosse effettuata alcuna verifica sulle reali condizioni psico-fisiche dei titolari.

In molteplici casi i sanitari hanno attestato falsamente l’idoneità anche in presenza di patologie inabilitanti che avrebbero almeno imposto delle prescrizioni da apporre sui documenti di guida.

camion