Interrogazione al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio da parte del deputato del MoVimento 5 Stelle, Salvatore Micillo, che scrive: «Premesso che la Strada Statale 268 denominata “superstrada della morte” o “strada killer” per le numerose vittime mietute negli anni ha caratteristiche di superstrada, che attraversa l’area dei Paesi vesuviani favorendo i collegamenti tra l’Agro nocerino sarnese e la zona est della città metropolitana di Napoli. La strada, progettata negli anni ‘60 come via di fuga principale per gli abitanti dell’hinterland partenopeo in caso di eruzione del Vesuvio e costruita negli anni ‘80, è interessata, a partire dal 2003, da periodici lavori, tra progetti di riammodernamento delle arterie o potenziamento, lavori di adeguamento che, comportano talvolta anche il restringimento naturale delle carreggiate di circolazione con conseguenti disagi».

E ancora: «Anche questa estate le cronache locali hanno registrato diversi incidenti ed in qualche caso finanche rapine: se il Ministro interrogato possa fornire un quadro dettagliato in merito allo stato complessivo dei lavori ultimati o da portare a termine, tra quelli programmati o in via di definizione, nonché i dati di incidentalità registrati nella tratta in questione, e quindi quali le iniziative intenda mettere in campo nel più breve termine, per migliorare la viabilità, garantire una maggiore sicurezza degli automobilisti che utilizzano la Statale 268 e se sia prevista una viabilità alternativa nel caso in cui l’arteria stradale non sia praticabile».