L’assassino di Enza era stato arrestato il 10 luglio, ma i giudici lo avevano liberato

51

Nunzio Annunziata, l’uomo fermato dai carabinieri con l’accusa di aver ucciso l’ex compagna Vincenza Avino, era stato arrestato il 10 luglio scorso per stalking contro la donna ammazzata ieri in strada a Terzigno e posto successivamente ai domiciliari. Dopo 13 giorni il Riesame lo aveva rimesso in libertà con l’ordine di non avvicinarsi alla donna.

Secondo quanto riferiscono i carabinieri, la giovane era andata poi in vacanza con la madre in Calabria ma avrebbe continuato a subire atti persecutori. Ieri pomeriggio l’epilogo. Annunziata – riferiscono i carabinieri – ha incrociato l’auto della Avino. Le avrebbe sparato contro, portandole via il cellulare dal quale poi sono partiti messaggi con minacce di morte ai familiari della donna.

Nunzio Annunziata, 37 anni, si trova adesso nella caserma dei carabinieri di Terzigno. Attualmente viene sottoposto a interrogatorio da parte dei militari del Gruppo di Torre Annunziata. In passato, ha raccontato il fratello, l’uomo avrebbe cercato di spingere la donna da un balcone.

enza avino

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE